• #FONTE TEST N.3
    UK: i quotidiani crollano come fonte di informazione

    Dan Slee
    Postato il 15 Gennaio 2016

    Secondo quanto recentemente riportato dal Guardian, in Gran Bretagna solo il 31% delle persone legge un quotidiano per tenersi informato. Si tratta di una caduta del 41% rispetto all'anno precedente. Un dato rilevante, specie per i professionisti delle Rp.

    Media, Rubrica editoriale | Commenti (0)



 

È una notizia significativa: i quotidiani sono diventati il ​​modo meno diffuso per tenersi informati.

Secondo un rapporto del Guardian, la ricerca annuale di Ofcom sul consumo di notizie dirà che solo il 31% delle persone legge un quotidiano per tenersi informato. Si tratta di una caduta del 41% rispetto all’anno precedente.

D’altra parte, la TV con il 67%, Internet con il 41 e la radio con il 32 per cento sono tutti ampiamente avanti rispetto alle edicole.

Per chiunque sia interessato al panorama dei media questo è una notizia di portata epocale in se stessa. Particolarmente importante è per i professionisti della comunicazione che mentalmente sono orientati a soddisfare le esigenze dei giornali prima di tutto.

È anche un’ulteriore prova che se i quotidiani erano di fatto l’unico modo per mettersi in mostra ora non lo sono più.

La ricerca completa non è stato pubblicata sul sito di Ofcom. I loro report meritano sempre una lettura e l’Ofcom Communications Market 2015 dovrebbe essere una lettura obbligatoria per tutti i professionisti delle Rp. Ho inserito qui i risultati.

Guardando a questo dalla prospettiva di un quotidiano, si potrebbe sostenere che il sito web e i canali social possono essere inclusi nella categoria “Internet”. Quindi, “è complicato” fare una sintesi.

Il rapporto del Guardian aveva anche un paio di punti più significativi:

  • il 25% delle persone usa il proprio cellulare per essere sempre aggiornato – fino al quattro per cento
  • il 14% delle persone utilizza il passaparola – fino al tre per cento
  • i giovani preferiscono andare online (59%) piuttosto che guardare la TV (circa la metà)
  • BBC1 era la fonte di notizie più utilizzata con il 48%, ITV seconda con il 23, l’app di BBC e il sito web il 23%, BBC News il 14 e il 12% Facebook insieme a Sky News.

 

Fonte: CIPR

Commenti